Blog

0

Nuovi ambiti d’intervento per la vigilanza privata, presentati due disegni di legge per iniziativa del Sen. Mario Mauro

Roma, 2 agosto 2017 – Da tempo l’ASSIV, l’associazione rappresentativa dei servizi di vigilanza privata e dei servizi fiduciari, aderente a Confindustria ANIE, lavora all’individuazione di nuovi ambiti d’intervento per il settore, e proprio su impulso dell’associazione sono stati presentati dal Senatore Mario Mauro due disegni di legge contenenti disposizioni in merito all’impiego delle guardie giurate all’estero e alla close protection in Italia.

Riguardo il primo aspetto, allo stato attuale è assente, nell’ordinamento italiano, una normativa specifica sull’impiego all’estero delle GPG, con l’unica parziale eccezione, recentemente prevista dalla legislazione italiana, data dal servizio di antipirateria marittima, svolto da istituti di vigilanza autorizzati. Stessa considerazione vale per la sicurezza alla persona: l’assenza di una normativa specifica pone l’Italia in una posizione differente rispetto ad altri Paesi europei che prevedono il servizio di sicurezza alla persona fra quelli abitualmente erogati dalle aziende che forniscono servizi di sicurezza.

Dopo la definizione del nuovo quadro normativo di settore, che ha fissato i parametri minimi di qualità e il sistema di certificazione degli istituti di vigilanza – ha dichiarato il Presidente dell’ASSIV, Maria Cristina Urbano – ora il settore è pronto per essere impiegato, in una logica di sicurezza complementare e sussidiaria, su ambiti nuovi, e le iniziative legislative del Sen. Mario Mauro vanno verso questa direzione.”

 “Se le attività di sicurezza alla persona venissero consentite agli istituti di vigilanza – continua Urbano – oltre alla prevedibile espansione del mercato con le positive ricadute in termini occupazionali e di incentivo allo sviluppo del comparto, si conseguirebbe il duplice obiettivo di razionalizzare l’impiego delle Forze di polizia e di portare il delicato servizio della sicurezza alla persona nell’alveo della legalità, garantendone l’espletamento da parte di personale qualificato, dipendente da società di vigilanza, e sotto il diretto controllo dell’autorità pubblica.

 “Riguardo invece alle possibili potenzialità derivanti dall’impiego delle GPG all’estero – conclude Urbano – il mercato globale della sicurezza all’estero ha registrato un incremento annuo costante e per il 2017 si prevede un volume di affari in tutto il mondo intorno ai 250 miliardi di dollari, mercato al momento precluso all’imprenditoria italiana.

Allegati:

 

© ASSIV - Associazione Italiana Vigilanza e Servizi Fiduciari | P. IVA 08977601007 | Tel. 06 42012400 | Fax 06 42012406