Regione Umbria

Umbria por fesr 2014-2020 strumenti finanziari per le pmi

Obiettivi

Il Raggruppamento Temporaneo d’Imprese costituito tra Gepafin S.p.A. e Artigiancassa S.p.A., operante sotto il marchio “UmbriaInnova”, in esecuzione della convenzione d’incarico per l’affidamento del servizio di gestione degli strumenti finanziari di cui all’Asse III “Competitività delle PMI” – POR FESR 2014-2020 – Regione Umbria.

Beneficiari

Possono presentare domanda le PMI appartenenti a tutti i settori economici ad esclusione delle imprese operanti nei seguenti settori:

  • pesca e acquacoltura, di cui al Regolamento (CE) n. 104/2000 del Consiglio;
  • produzione primaria dei prodotti agricoli elencati nell’allegato I del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

Le imprese beneficiarie degli interventi a favore del capitale di rischio dovranno essere costituite in forma di Società di capitale.

Tipologia di spese ammissibili

Ottenimento degli interventi previsti dagli strumenti finanziari di cui all’Asse III “Competitività delle PMI” – POR FESR 2014-2020 – Regione Umbria, di seguito elencati:
1. acquisizione di partecipazioni;
2. prestito partecipativo;
3. anticipazione per acquisto di partecipazioni;
4. sottoscrizione di prestito obbligazionario convertibile;
5. garanzia per il rischio di insolvenza su finanziamenti o leasing

Le imprese beneficiarie dovranno presentare un programma di investimenti o un piano di sviluppo che facciano riferimento a una sede operativa localizzata sul territorio regionale.

Finalità ammissibili:
a) Finanziamenti per programmi d’investimento in beni materiali e immateriali, iscritti nel Registro dei beni ammortizzabili, da realizzare o in corso di realizzazione alla data di presentazione della domanda;
b) Finanziamenti condizionati ad aumento di capitale sociale di importo almeno equivalente;
c) Finanziamenti per consolidamento di passività bancarie e rinegoziazione di prestiti bancari o leasing esistenti;
d) Finanziamenti per fabbisogno di capitale circolante.

Condizioni:

Nel caso della finalità di cui al punto b) dovranno essere rispettate le seguenti condizioni:

  • erogazione del finanziamento previa delibera e relativa sottoscrizione dei soci di un aumento di capitale sociale di importo almeno pari a quello del finanziamento;
  • versamenti dei soci antecedenti o concomitanti con le scadenze delle rate previste dal finanziamento; l’importo complessivo dei versamenti dovrà essere almeno pari alla quota capitale delle rate;
  • obbligo dell’impresa a non deliberare la distribuzione di utili qualora i versamenti previsti per l’aumento di capitale sociale non siano stati regolarmente effettuati;
  • obbligo dell’impresa a non effettuare alcun rimborso di capitale sino alla integrale estinzione del finanziamento.

Presentazione delle domande

Le domande possono essere presentate dal 23 Ottobre 2018 al 31 Dicembre 2023

Bando Voucher digitali I4.0. Anno 2019. Contributo a fondo perduto fino al 70% per spese di consulenza e formazione nell’ambito delle tecnologie digitali.

Beneficiari

Micro, piccole e medie imprese che hanno sede legale e/o unità locali nel territorio delle Camere di Commercio Umbre, di tutti i settori economici.

Gli ambiti tecnologici di innovazione digitale I4.0 ricompresi nel Bando sono:

Elenco 1: utilizzo delle tecnologie, inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi e, specificamente:

  • Soluzioni per la manifattura avanzata
  • Manifattura additiva
  • Realtà aumentata e virtual reality
  • Simulazione
  • Integrazione verticale e orizzontale
  • Industrial Internet e IoT
  • Cloud
  • Cybersicurezza e business continuity
  • Big data e analytics
  • Sistemi di gestione della supply chain finalizzata al drop shipping nell’e-commerce
  • Software e servizi digitali per la fruizione immersiva, interattiva e partecipativa, ricostruzioni 3D, realtà aumentata
  • Software, piattaforme e applicazioni per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-fabbrica, fabbrica-campo con integrazione telematica dei dispositivi on-field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi onfield).

Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari, limitatamente ai servizi di consulenza e secondo quanto previsto nel “Piano di innovazione digitale dell’impresa”:

  • Sistemi di e-commerce
  • Sistemi di pagamento mobile e/o via Internet
  • Sistemi EDI, electronic data interchange
  • Geolocalizzazione
  • Sistemi informativi e gestionali (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.)
  • Tecnologie per l’in-store customer experience
  • RFID, barcode, sistemi di tracking
  • System integration applicata all’automazione dei processi.

Le risorse complessivamente stanziate dalla Camera di commercio a disposizione dei soggetti beneficiari ammontano a euro 66.000,00 e sono suddivise:

– Misura A (progetti condivisi da più ipresa – da 3 a 20), euro 33.000,00;
– Misura B (imprese singole), euro 33.000,00;

Tipologia di spese ammissibili

a) servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando. Tali spese devono rappresentare almeno il 50% delle spese ammissibili;

b) acquisto di beni e servizi strumentali, nel limite massimo del 50% delle spese ammissibili, funzionali all’acquisizione delle tecnologie abilitanti.

Dotazione finanziaria e forma di agevolazione

  • Il voucher finanzia a fondo perduto il 70% dei costi ammissibili.
  • Importo massimo del contributo all’impresa: € 6.000,00, i quali potrà sommarsi l’eventuale premialità di Euro 250,00 prevista per le imprese in possesso del Rating di Legalità.

Presentazione delle domande

E’ possibile presentare le domande dal 10 aprile 2019 al 15 luglio 2019.