Home Blog

Assiv, Crescini: Innovazione dei Servizi tema focale della neo Commissione

Assiv, Crescini: Innovazione dei Servizi tema focale della neo Commissione

La “Commissione per l’Innovazione” costituita da Assiv, vede come componenti Dario La Ferla, Consigliere Delegato di Sorveglianza Italiana, Francesco Crescini, Direttore Generale di VCB Securitas, Andrea Forte, Direttore Operativo di Forte Secur Group ed Elena Merlo, Consigliere Delegato di IVNG.

Dopo aver incontrato La Ferla, S News incontra Francesco Crescini.

Francesco Crescini, VCB Securitas

Dottor Crescini, finalità della Commissione è elaborare progetti di carattere innovativo per la promozione del comparto Sicurezza Privata. Per innovazione dunque, non intendete solo quella tecnologica, corretto?

È consueto e forse scontato associare il termine innovazione alla sfera tecnologica, ma quando caliamo tali concetti in ambito vigilanza scopriamo che è attuale l’innovazione dei servizi e nello specifico lo sviluppo del monitoraggio dei sistemi di videosorveglianza intelligente, l’incalzante crescita del mondo smart alarm, la cyber e travel security ed infine la risk analysis, ormai decisiva all’interno del nostro settore.

Se pensiamo all’innovazione dei servizi, sono questi i temi preponderanti affrontati ogni giorno dagli imprenditori della Sicurezza Privata, ma allargando il perimetro possiamo notare che ci sono altre possibilità di innovazione per il comparto della Vigilanza, che si tradurranno in nuove opportunità di business.

A quali si riferisce, nello specifico?

Penso all’ampliamento dei servizi sussidiari, in aggiunta a quelli già consolidati (attività di sicurezza in stazioni, porti ed aeroporti e sui mezzi pubblici) che potrebbero essere estesi, come già consuetudine in altri Stati, a strutture penitenziarie, ai servizi per la tutela della persona fisica, ai servizi di sicurezza all’estero per accompagnare grandi committenti. Per rendere realtà tali servizi sarà necessaria una auspicata innovazione normativa che ne definisca fattibilità, modalità e standard qualitativi. Le aziende del settore hanno già dimostrato, con l’adeguamento al D.M. 269/2010, grande capacità di adattamento e sono certo che nuove norme saranno colte come occasione di miglioramento continuo.

L’innovazione dei servizi porterà gli Istituti di Vigilanza, oggi sempre più Aziende di Sicurezza, ad un cambiamento marcato dei propri processi gestionali in una direzione 4.0, tema tipicamente associato all’industria ma che ben si sposa anche con il nostro settore, nel momento in cui lo consideriamo come industria della sicurezza. Le nostre aziende sono pervase dalla digitalizzazione di tutti i processi, dalla certificazione elettronica dei servizi svolti e dal rapporto sempre più digitale con la clientela. Tutto questo è accompagnato da una professionalizzazione delle persone operanti nel settore.

Infine, ma non per ultimo, possiamo parlare anche di innovazione nell’approccio: degli imprenditori verso le proprie aziende, dei datori di lavori verso i dipendenti, dei committenti privati e non verso un comparto importante ma ancora stereotipato. Comunicare tutto questo e presentarsi alle istituzioni ed al mercato forti di competenze e professionalità, tecnologia e serietà sarà la svolta che rivoluzionerà davvero il nostro settore.

a cura di Monica Bertolo

Leggi l’articolo su S News

Firmato il nuovo dPCM, le disposizioni entrano in vigore domani 5 novembre

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il dPCM del 3 novembre contenente le nuove misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Camera dei Deputati, interrogazione on. Salvatore Deidda sui servizi antipirateria

Maria Cristina Urbano: Ringrazio di tutto cuore, a nome di ASSIV e dell’intero comparto, l’on. Salvatore Deidda di Fratelli d’Italia per l’appassionata perorazione a favore della vigilanza privata fatta alla Camera in occasione dell’interrogazione parlamentare  n. 3- 01725  “iniziative volte a prevedere la proroga dell’affidamento a società di vigilanza privata del servizio di antipirateria marittima, nelle more dell’attivazione dei corsi di abilitazione”.

Qui trovi il testo dell’interrogazione e la risposta del Governo

Stralcio dei debiti fino a 5.000 euro. On line le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Stralcio dei debiti fino a 5.000 euro. On line le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

Con la circolare n. 11/E, firmata dal direttore dell’Agenzia delle Entrate ed emanata d’intesa con Agenzia entrate-Riscossione, vengono forniti chiarimenti sui debiti che possono essere annullati, sui contribuenti che possono beneficiare della misura e sulle tempistiche.

In particolare, il 31 ottobre 2021 saranno stralciati in automatico tutti i debiti che, al 23 marzo 2021, hanno un importo residuo fino a 5mila euro, affidati all’agente della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

Circolare n. 11/E

Fonte: Agenzia delle Entrate

WEBINAR: Il Green pass nei luoghi di lavoro – ASSIV

Webinar

Il Green pass nei luoghi di lavoro

Adempimenti, obblighi, sanzioni e privacy

DL n. 127 del 21 settembre 2021

Martedì 5 ottobre 2021 ore 14.30

(riservato agli Associati ASS.I.V.)

Dal 15 ottobre p.v. tutti i lavoratori, per accedere ai luoghi di lavoro, dovranno possedere ed esibire il green pass.

Ma in che modo dovremo articolare i controlli?

Come potremo coordinare i nostri obblighi con quelli dei nostri committenti?

Come elaborare le procedure aziendali che comprendano i criteri di campionamento?

Quali sono i limiti impostici dalle norme sulla privacy?

Come incide il criterio di accountability?

Come aggiornare il Protocollo di sicurezza aziendale?

A queste domande cercheremo di dare risposta il 5 ottobre 2021, a partire dalle ore 14.30, nel corso del Webinar gratuito organizzato da ASSIV esclusivamente per i propri Associati.

Iscriviti entro il 1 ottobre 2021 inviando una email all’indirizzo info@assiv.it indicando nome, cognome, azienda, contatto telefonico ed email del partecipante.

Ricordiamo a tutti gli Associati che è operativo il Desk Legale per Emergenza Coronavirus realizzato da ASSIV in collaborazione con lo studio legale e tributario Matèria ed Assiv Servizi srl. in grado di assistere le imprese  nei percorsi applicativi delle norme in questione, nel rispetto della compliance aziendale.

Cersa ICMQ: Videosorveglianza e Privacy 7-22 ottobre e 5 novembre 2021

Cersa ICMQ: Videosorveglianza e Privacy 7-22 ottobre e 5 novembre 2021

Segnaliamo il corso “VIDEOSORVEGLIANZA E PRIVACY”, organizzato da Business Unit Cersa/ICMQ Spa che si terrà in modalità FAD.

Il percorso formativo si terrà nelle giornate del 7 Ottobre 2021, 22 Ottobre 2021 e 5 Novembre 2021 per 4 ore ciascuna.

Il corso consente di conseguire 4 crediti formativi a modulo ai fini del mantenimento della certificazione dei Professionisti Security, DPO Data Protection Officer, Periti liquidatori assicurativi e Criminologi.

Per gli Associati Assiv è prevista la tariffa riservata ai clienti BU Cersa/ICMQ.

In allegato trovate il programma e la scheda di partecipazione con tutte le informazioni per l’iscrizione.

COVID-19: confermate le previsioni sullo stato di emergenza e sui lavoratori fragili

COVID-19: confermate le previsioni sullo stato di emergenza e sui lavoratori fragili

Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 16 settembre 2021, n. 126 recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 23 luglio 2021, n. 105, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e per l’esercizio in sicurezza di attività sociali ed economiche“.

Nel provvedimento, che conferma lo stato di emergenza sino al 31 dicembre 2021 (art. 1), sono confermate e introdotte numerose misure volte a contrastare la diffusione della pandemia.

Tra le altre previsioni, si ricorda che, a decorrere dal 16 ottobre 2020 e fino al 31 ottobre 2021, i lavoratori fragili svolgono di norma la prestazione lavorativa in smartworking, anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti, o lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto (art. 9).


Per maggiori dettagli, consulta la Legge.

Fonte: Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali